Le sculture d'acqua - Comune di Montecatini Terme

Turismo - Visita Montecatini Terme | Vivere la città | Cosa vedere | Le sculture d'acqua - Comune di Montecatini Terme

Le sculture d'Acqua

 

L'acqua elemento di vita e ragion d'essere della città è celebrata da numerose fontane non solo all'interno delle terme, ma anche lungo le arterie e nelle piazze principali. Fontane che diventano opera d'arte e monumento per esaltare l'importanza storica dell'acqua in un immaginario percorso che accoglie il turista già dall'ingresso della cittadina termale con la Fontana Mazzoni, nella piazza della Stazione Ferroviaria. Per proseguire poi con la Fontana Guidotti in Piazza del Popolo, con quella di Shingu che fa da cornice ai due stabilimenti termali Leopoldine e Tettuccio in Piazza Giusti, al termine del lungo Violone dè Bagni. Il percorso si conclude con la Fontana Pol Bury posta nella parte alta dei parchi termali.

 

La Fontana Mazzoni fu costruita negli anni '30 a completamento della nuova stazione ferroviaria commissionata all'architetto Angiolo Mazzoni, grande esperto del settore. Agli inizi del secolo scorso infatti Montecatini era in piena espansione e la prima stazione (tuttora esistente e funzionante, recentemente restaurata) era divenuta insufficiente alle esigenze della cittadina termale. La costruzione, iniziata nel 1933, fu terminata nel 1937. L'edificio, tutto rivestito di lastre di travertino rosa di Monsummano con alternate fasce di porfido violaceo di Predazzo, ha uno sviluppo squisitamente orizzontale, ideato per consentire una funzionale connessione dei servizi ai binari, interrotto e sottolineato dall'alta torre centrale a pianta pentagonale con orologio che nelle intenzioni dell'architetto aveva una funzione assimilabile a quella di un faro. Nella Piazza antistante la stazione, a evidenziare il legame tra l'acqua e la città, si trova, in linea con la torre, la lunga fontana, rivestita di mosaici azzurri e formata da tre bacini digradanti, in cui l'acqua si riversa dall'uno all'altro in fresche cascatelle.

 

Proseguendo verso il centro cittadino si incontra la Fontana Monumentale realizzata su progetto del professor Raffaello Brizzi, architetto montecatinese ed Accademico delle Belle Arti, in Piazza del Popolo (allora Piazza Umberto I), punto di partenza del Vialone Dei Bagni, l'odierno Viale Giuseppe Verdi. Sulla monumentale fontana sono ben visibili ornamenti in bronzo realizzati con la collaborazione dello scultore pistoiese Antonio Guidotti presso la Fonderia Capecchi di Pistoia. Fu eretta nel 1926 per volere della municipalità e con la supervisione dell'ingegner Luigi Righetti, allora capo dell'Ufficio Tecnico comunale, nel luogo in cui dal 1834 si trovava una loggetta quadrangolare usata per mercati e fiere agricole. L'opera, in travertino e bronzo, è costituita da un grande bacino circolare in cui si riversa l'acqua di quattro coppe, a loro volta alimentate dai getti d'acqua provenienti dai corni impugnati da putti che cavalcano dei delfini alla base di un obelisco centrale. Sempre al professor Brizzi è da ascrivere la vasca in travertino realizzata, sempre nel 1926, in Piazza VII Settembre, allora denominata Piazza del Salsero.

 

Continuando la passeggiata lungo il Viale Verdi si incontra Duetto d'Acqua, la fontana di recente costruzione, opera dell'artista giapponese Susumu Shingu, notissimo in Estremo Oriente e molto apprezzato anche in Europa dove ha collaborato con Enzo Piano. La fontana fu commissionata dall'amministrazione comunale nel 1997 e collocata nel 1998 nella grande aiuola centrale della piazza Domenico Giusti, antistante il Tettuccio. E' una coinvolgente scultura mobile in acciaio alta poco oltre tre metri che produce suggestivi effetti musicali. L'acqua scende dall'alto della struttura, passa dall'uno all'altro degli elementi che richiamano nella forma dei calici, e dà vita sia al movimento della scultura sia all'alternarsi di suoni armonici e suggestivi.

 

 Il percorso dell'acqua si conclude con la più recente delle fontane di Montecatini, denominata Scultura d'Acqua e opera del belga Pol Bury, che già negli anni settanta aveva esposto al Guggenheim di New York. La fontana è stata inaugurata nel 2004 alla presenza dell'artista. Dono della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, situata nel Parco Termale nelle adiacenze dell'ex Stabilimento Torretta, si presenta come una struttura meccanica formata da cilindri di acciaio mossi dalla forza dell'acqua che vi scorre producendo suggestivi effetti musicali.

 

Accedi alla galleria fotografica

 

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (1479 valutazioni)