CONSEGNATO IL PREMIO VITA D'ARTISTA A JORGE DEREDIA - Comune di Montecatini Terme

Comunicati stampa - Comune di Montecatini Terme

CONSEGNATO IL PREMIO VITA D'ARTISTA A JORGE DEREDIA

CONSEGNATO IL PREMIO VITA D'ARTISTA A JORGE DEREDIA
  •   
  • “Deredia è patrimonio mondiale dell’umanità, è stata un'ottima occasione per ridare vita al premio"
  • E’ stato consegnato ieri alle Terme Tettuccio a Jorge Jiménez Deredia, il premio Vita d’Artista: alla cerimonia nel salone Portoghesi era presente l’assessore Bruno Ialuna.

    “Deredia è patrimonio mondiale dell’umanità grazie alla sua arte, il suo rapporto con il cavalier Turelli è stato unico e abbiamo pensato a questa ottima occasione per ridare vita al premio, assolutamente meritato per il maestro Deredia”, ha detto Ialuna.

    Deredia è il maestro scultore costaricano che ha incantato migliaia di persone con le sue grandi sculture esposte nelle piazze di Lucca nel corso di questa estate e che tanti e importanti riconoscimenti ha avuto nella sua vita di artista. Ha ricevuto la scultura di Gianfranco Giorni raffigurante una musa ispiratrice mentre offre tralci d’alloro.

    “Sono venuto a Montecatini per la prima volta nel 1978 grazie al cavalier Turelli. L’anno dopo organizzò una mia mostra all’Accademia Scalabrino. Gli devo tanto, oggi sono felice di ricevere questo premio per lo splendido rapporto che ho sempre avuto con lui e con la città”, sono state le parole di Deredia.

    In occasione del Giubileo del 2000, la Fabbrica di San Pietro gli commissionò una statua marmorea di San Marcellino Champagnat che viene collocata nella Basilica di San Pietro all’interno di una nicchia progettata da Michelangelo.

    Nel 2006 ricevette la nomina di Accademico Corrispondente della Classe di Scultura da parte dell’Accademia delle Arti del Disegno Fiorentina, un onore riconosciuto prima a Michelangelo, Tiziano, Tintoretto, Palladio e Galileo Galilei. Nel 2009, Deredia realizza un’importante personale a Roma nei musei e piazze della capitale e il Foro Romano per la prima volta nella storia apre le sue porte all’arte contemporanea. Deredia ha quindi iniziato in buona parte a Montecatini il suo percorso artistico, che appena nove anni dopo lo avrebbe portato alla sua prima partecipazione alla Biennale di Venezia e che a distanza di 40 anni lo vede tornare nella città termale per ricevere il premio in ricordo del suo primo estimatore.

    Nato 50 anni fa da un’idea del Cavalier Francesco Turelli, che aprì la sua galleria d’arte a Montecatini nel lontano 1957, e del professor Dino Scalabrino, due personaggi che hanno fatto la storia artistica di Montecatini Terme, il premio “Vita d’artista” venne assegnato per la prima volta nel 1969 a Primo Conti e, da lì al 1981, grandi nomi di livello mondiale lo hanno ricevuto: fra gli altri Virgilio Guidi, Francesco Messina, Michele Cascella, Orfeo Tamburi, Giorgio de Chirico, Joan Mirò.

    Il premio, sospeso per molti anni, è tornato in questo 2018, per volontà dell’Assessore Ialuna e grazie all’impegno di Luciano Geloso e Emanuele Turelli, rispettivamente genero e nipote del Cavaliere, nella foto. Geloso ha ringraziato la platea per l’affetto “anche a nome di mio suocero che non c’è più. Il premio che oggi assegniamo è in suo onore e per ricordare i grandi artisti che ha portato qui, come De Chirico e Guttuso”.

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (2401 valutazioni)