DISINFESTAZIONE CONTRO LE ZANZARE, IL PIANO - Comune di Montecatini Terme

Comunicati stampa - Comune di Montecatini Terme

DISINFESTAZIONE CONTRO LE ZANZARE, IL PIANO

DISINFESTAZIONE CONTRO LE ZANZARE, IL PIANO
  •   
  • Il piano del Comune per la lotta ai fastidiosi insetti
  • Il Comune di Montecatini Terme ha come sempre previsto un piano di controllo per la disinfestazione, che include queste attività:

    La disinfestazione ANTILARVA, fatta il 24 maggio, il 15 giugno e il 9 luglio, e programmata ogni 20 giorni fino a metà settembre, comunque fino a quando fa caldo.

    La disinfestazione ADULTICIDA, ovvero che UCCIDE gli esemplari adulti, che è stata fatta il 23/24 Luglio e che è programmata nuovamente per il post-ferragosto.

    La disinfestazione antilarva contro le zanzare consiste in una serie di interventi sul territorio comunale attraverso la distribuzione di un prodotto larvicida nelle griglie e caditoie presenti su suolo pubblico e in aree come centri densamente abitati, parchi pubblici, prossimità di scuole e asili. Gli interventi devono essere eseguiti ogni 15/20 giorni tenendo conto del meteo,perché la pioggia vanifica l’efficacia dell’intervento. Si tratta di un trattamento preventivo che mira all’eliminazione delle prime larve di zanzara, e vengono utilizzati dei prodotti che impediscono lo sviluppo degli insetti nella fase adulta. Questo tipo di trattamento, oltre che ad essere considerato tecnicamente il più idoneo è anche quello che impone ai cittadini il minor fastidio: NON implica infatti nessuna precauzione particolare.

    I trattamenti sono eseguiti dalla ditta NUOVA SA.CA SRL su ordinativo del Comune, ed interessano in particolare le zone con maggiore presenza di verde (pineta termale, giardini pubblici, aiuole cittadine, strade con presenza di piante pubbliche ecc.).

    Le zanzare depongono le uova nell’acqua ferma e stagnante: le zanzare infatti trascorrono i loro primi 10 giorni in acqua. E’ buona norma quindi privare le zanzare di questi habitat, controllando e svuotando, almeno una volta o due volte alla settimana, i sottovasi, i secchi, i bidoni e tutti gli altri contenitori dove può verificarsi ristagno di acqua.

    E’ anche importante tenere sotto controllo quelle zone del nostro giardino dove potrebbero sorgere spontaneamente dei ristagni d’acqua (ad esempio dopo l’irrigazione o una pioggia estiva) come le zone sotto le siepi, i sottoscala o i fossati, le caditoie e le grate di raccolta dell’acqua piovana.

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (2928 valutazioni)