SECONDO INCONTRO INTERRELIGIOSO IN MUNICIPIO - Comune di Montecatini Terme

Comunicati stampa - Comune di Montecatini Terme

SECONDO INCONTRO INTERRELIGIOSO IN MUNICIPIO

SECONDO INCONTRO INTERRELIGIOSO IN MUNICIPIO
  •   
  • dal titolo "Dialogo, pace e convivenza", voluto dalla commissione pari opportunità del Comune, alla presenza di presenze illustri, quali l'Imam di Firenze Izzedin Elzir, il consigliere della comunità ebraica di Firenze Mario Fineschi
  • In municipio questa mattina ha tenuto banco il secondo incontro del ciclo interreligioso dal titolo "Dialogo, pace e convivenza", voluto dalla commissione pari opportunità del Comune, alla presenza di presenze illustri, quali l'Imam di Firenze Izzedin Elzir, il consigliere della comunità ebraica di Firenze Mario Fineschi e il parroco ortodosso rumeno Matei Tulan. L'analisi, moderata dalla presidente Siliana Biagini e dalla giornalista della Nazione Valentina Spisa, e dal consigliere Luca Baroncini, è partita da tutti gli aspetti di confronto proposti dagli organizzatori del convegno, ovvero dialogo, pace, convivenza. Ognuno dei tre rappresentanti delle confessioni religiose ha ricordato con dovizia di particolari l'importanza della società nel favorire conoscenza reciproca, per costruire la pace, non cancellando le diverse identità, ma anzi rafforzandole e promuovendo una maggiore conoscenza della propria religione. In merito alla pace il concetto non sempre facile da spiegare o da attuare è stato quello che le religioni non abbiano stretta attinenza o collegamenti diretti con la violenza, anche se nella storia qualcuno a più riprese ha cercato di strumentalizzarle a discapito degli innocenti, ma in fondo nessuna religione predica la violenza. Inevitabile il raffronto tra Islam e terrorismo, più volte sollevato anche in precedenti incontri da domande degli studenti. "Ma l'Islam non vuole la violenza, non sta scritto da nessuna parte - ha ricordato l'Imam - e il terrorismo, lo ribadisco, è sinonimo di criminale". In merito alla convivenza tutti i relatori hanno dichiarato di rispettare i simboli religiosi e i segni delle altre confessioni in ossequio al principio di convivenza, per poter vivere ciascuno la propria fede rispettando la religione altrui. In sala consiliare erano presenti quest mattina gli studenti del liceo scientifico Salutati e dell'alberghiero Martini con i docenti: ancora una volta molte le domande e le curiosità dei giovani sul tema della conoscenza e della convivenza tra varie religioni, stimolato dagli stessi relatori. Il prossimo incontro, l'ultimo del ciclo per il 2017, vedrà la presenza anche del vescovo monsignor Filippini e si svolgerà il 5 aprile al salone delle Terme Excelsior.
Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (6420 valutazioni)