RIUNIONE DEL COMITATO PER LA SICUREZZA - Comune di Montecatini Terme

Comunicati stampa - Comune di Montecatini Terme

RIUNIONE DEL COMITATO PER LA SICUREZZA

RIUNIONE DEL COMITATO PER LA SICUREZZA
  •   
  • Nella mattinata odierna, presso la sede del Comune di Montecatini Terme, il Prefetto Dr Ciuni ha presieduto una riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica,
  • Nella mattinata odierna, presso la sede del Comune di Montecatini Terme, il Prefetto Dr Ciuni ha presieduto una riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, convocato per aderire ad una specifica richiesta avanzata dal Sindaco della città termale dopo una serie di eventi criminosi che, nei mesi scorsi, hanno colpito quel centro cittadino, tra cui una rapina ad una nota gioielleria. Presenti, oltre al Sindaco Dr Bellandi, il Questore di Pistoia Dr La Porta, il Comandante Provinciale dei Carabinieri Colonnello Pica, della Guardia di Finanza Colonnello Tudisco, accompagnati, rispettivamente, dal Dirigente del Commissariato di P.S. Vicequestore Aggiunto dr.ssa Ferasin, dal Comandante della Stazione dei Carabinieri Luogotenente D’Errico, dal Comandante della Compagnia della Guardia di Finanza Capitano De Gregorio, il Commissario Capo Dr Baldi del Comando del Corpo Forestale dello Stato ed il Comandante della Polizia Municipale di Montecatini Ghilardi. All'incontro hanno partecipato anche il vicesindaco Rucco e l'assessore alla Polizia Municipale Ialuna. Nel corso dell’incontro si è proceduto ad un esame della situazione dell’ordine e della sicurezza pubblica nel territorio montecatinese: dai dati riferiti dai vertici delle Forze dell’Ordine è emersa una sostanziale riduzione dei reati predatori, in specie furti, circa -20% rispetto al 2015 e rapine con soli 13 eventi, di cui 2 risolte con l’arresto dei responsabili. Il Questore ha dato poi conto dei numerosi servizi di prevenzione e di vigilanza del territorio svolti, che hanno consentito di effettuare numerosi controlli di persone e di mezzi, di arrestare 41 soggetti, di adottare 40 misure di prevenzione tramite fogli di via nei confronti di persone ritenute pericolose, di chiedere 3 locali pubblici; tra l’altro sono state elevate 422 denunce a danno di cittadini comunitari e 161 nei confronti di extracomunitari. Il Comandante Provinciale dei Carabinieri, nel confermare il trend in diminuzione dei reati predatori, ha contribuito all'analisi sottolineando l'importanza che vengano implementati maggiormente gli impianti di videosorveglianza per Montecatini e segnalando che, sebbene l'Arma offra gratuitamente il collegamento di tele allarme con la Sala Operativa, solo poche abitazioni private ed imprese usufruiscono di questo servizio, rispetto all’elevato numero di immobili provati e di attività aziendali presenti nel territorio. In sostanza è stato rivolto un forte appello alla popolazione affinché, nell’ottica di incrementare il livello della sicurezza partecipata dei cittadini, siano denunciati tempestivamente agli organi di polizia ogni reato nonché sia segnalata ogni notizia o circostanza meritevole di attenzione, rivolgendosi con fiducia alle Forze dell’Ordine. Anche la Guardia di Finanza ha ribadito il proprio impegno sul versante dei controlli sulle attività aventi rilevanza sotto il profilo economico-finanziario e della repressione delle frodi fiscali mentre il Corpo Forestale dello Stato ha concentrato la propria attenzione sul tema dei reati ambientali e del contrasto al commercio abusivo di animali di affezione nonché alla contraffazione dei prodotti agro-alimentari. Il Prefetto, nell’esprimere apprezzamento per l’impegno profuso dalle Forze dell’Ordine, ha evidenziato la necessità che sia intensificato ogni sforzo per sviluppare, in sinergia con la Polizia Munipale, l’azione a presidio del territorio, salvaguardando la vocazione turistica della città termale e le importanti attività economiche e produttive nonché per tutelare la sicurezza di tutti i cittadini e, tra questi, delle fasce della popolazione maggiormente esposte a rischio di truffe o di condotte criminose. Il Sindaco e gli assessori competenti, dal canto loro, hanno riportato alle Forze dell'Ordine le istanze dei cittadini e delle associazioni di categoria, tra cui problemi legati al controllo del centro cittadino ed all'integrazione con la popolazione straniera. Anche in questo caso, è stato condiviso il ruolo fondamentale che i cittadini possono fornire con la collaborazione con le Forze dell’Ordine ed il contributo utile che può essere tratto dalla presenza sul territorio delle guardie giurate e degli istituti di vigilanza privata, arricchendo il funzionamento del progetto "Milleocchi sulla città".
Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (3986 valutazioni)