IL SINDACO RISPONDE A MUGNAI - Comune di Montecatini Terme

Comunicati stampa - Comune di Montecatini Terme

IL SINDACO RISPONDE A MUGNAI

IL SINDACO RISPONDE A MUGNAI
  •   
  • Replica del sindaco a Forza Italia. Poiché l’interessato non era presente in aula (e poiché la buona fede deve sempre presumersi) voglio credere che non si tratti di un cosciente tentativo di diffamazione ma piuttosto di un errore nel quale è stato indotto da qualche disinvolto esponente locale del suo partito.
  • Secondo il Consigliere Regionale Mugnai (Forza Italia) nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale avrei dichiarato che le “ Terme non hanno valore “. Poiché l’interessato non era presente in aula (e poiché la buona fede deve sempre presumersi) voglio credere che non si tratti di un cosciente tentativo di diffamazione ma piuttosto di un errore nel quale è stato indotto da qualche disinvolto esponente locale del suo partito. Nel Consiglio Comunale di lunedì scorso, rispondendo ancora una volta alla questione legata al sovraprezzo delle azioni, ho solo cercato di ricordare che in una società una cosa è la redditività e un'altra è il valore patrimoniale. E mi ha imbarazzato – per la verità - non poco dover spiegare questi “fondamentali” a chi ha determinato scelte rilevanti quali l’affidamento della gestione, il progetto e l’appalto Leopoldine, la sottoscrizione del mutuo con un pool di banche etc. Così come mi sono dovuto trattenere dal contestare loro che anche a causa di queste scelte la S.p.a. Terme di Montecatini non produce oggi (né la produceva al momento dell’aumento di capitale) alcuna redditività tanto che l’Amministratore Unico ha dovuto adottare misure (alcune anche dolorose perché incidenti sui rapporti di lavoro) atte ad aumentare la marginalità. In questo contesto era certo difficile per l’Assemblea ipotizzare un sovraprezzo nel momento in cui deliberava un aumento di capitale riservato ai soci che poi la Regione Toscana ha sottoscritto e versato nell’evidente intento di sostenere la società in un momento difficile. Sempre in tema di “fondamentali “ è appena il caso di ricordare che la presenza del Dott. Michele Pellegrini all’interno del Collegio Sindacale della società Terme alla luce dell’art. 2399 del codice civile non era viziata da alcuna causa di ineleggibilità al momento della nomina e non è oggi viziata da alcuna causa di decadenza. E’ certamente importante che gli esponenti di Forza Italia abbiano - sia pur tardivamente - scoperto l’esistenza dell’istituto ordinamentale della “incompatibilità” : voglio quindi attribuire a questa scarsa dimestichezza la loro citazione incongruamente baldanzosa dell’art.2399 codice civile (a meno –naturalmente- che il Consigliere Regionale o il suo suggeritore non dispongano di un testo diverso da quello in uso nel resto della Repubblica.). Sindaco Giuseppe Bellandi
Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (5098 valutazioni)