Tributi Tari - Comune di Montecatini Terme

Comune | Servizi e uffici | Area Economica Finanziaria | Tributi Tari - Comune di Montecatini Terme

 

Sede Palazzo Comunale - Viale Verdi 46
Apertura al pubblico Lunedì e venerdì dalle ore 11.00 alle ore 13.00
Giovedì dalle ore 14.30 alle ore 17.00 (*)
telefono 0572/918221 - 240 - 359
fax  
e-mail tributi@comune.montecatini-terme.pt.it
Responsabile Valentina De Vincenzi
ARERA - Disposizioni in materia di trasparenza nel servizio di gestione dei rifiuti urbani e assimilati  

 

(*) A tutela della salute dei cittadini, si informa che, in linea con le misure contenute nei decreti governativi in vigore per il contrasto alla diffusione del Coronavirus, l'accesso agli sportelli è possibile esclusivamente a seguito della prenotazione di un appuntamento telefonico ai numeri sopra indicati.

In relazione alla straordinarietà del momento, si invitano i cittadini ad effettuare le prenotazioni di accesso agli sportelli solo per casi urgenti e non differibili e ad utilizzare le informazioni e la modulistica online disponibili sul sito dell’Ente accedendo dal proprio pc, tablet o smartphone.

 

ATTENZIONE! Il contribuente che intenda ricevere l’invito di pagamento tari in formato elettronico, nonché le ulteriori comunicazioni ordinarie, dovrà farne espressa richiesta compilando l’apposito modello disponibile nella sezione modulistica

 

AVVISO :

Per l'anno 2020 sono state previste delle Agevolazioni Tari sulla base della Delibera Arera 158/2020 - Clicca qui per info

Con determinazione n. 555 del 21/09/2020 è stato prorogato  al 30 settembre 2020 il termine entro il quale i contribuenti con attività ricomprese nell’allegato A –Tabella 2 della Delibera ARERA 158/2020, potranno presentare la richiesta per accedere alle agevolazioni TARI 2020.

Le scadenze per il versamento della Tari 2020 sono tre.

Per l’anno 2020 il Comune riscuote la tassa rifiuti in base alle dichiarazioni inviando ai contribuenti inviti di pagamento, suddividendo l'ammontare complessivo in tre rate scadenti l’ultimo giorno utile di settembre, ottobre e dicembre per la TARI anno 2020. L’ammontare delle prime due rate costituisce un acconto dell’importo dovuto, determinato in misura pari all’80%, calcolato sulla situazione rilevata alla data di elaborazione della fatturazione, applicando le tariffe deliberate per l’annualità precedente. L’ammontare della terza rata, scadente nell’ultimo giorno utile del mese di dicembre, costituirà il saldo dovuto sull’importo annuo, sulla base delle variazioni intervenute.

L'art. 1, comma 639, della Legge 147/2013 (legge di stabilità) ha istituito a decorrere dal 1 gennaio 2014 l'imposta unica comunale nel cui ambito è prevista una componente denominata tassa sui rifiuti (TARI) destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti.

Per ogni informazione e chiarimenti i contribuenti dovranno rivolgersi all’ufficio Tributi. A tutela della salute dei cittadini, si informa che, in linea con le misure contenute nei decreti governativi in vigore per il contrasto alla diffusione del Coronavirus, l'accesso agli sportelli è possibile esclusivamente a seguito della prenotazione di un appuntamento telefonando ai numeri 0572918221/240/359 oppure per posta elettronica tributi@comune.montecatini-terme.pt.it

Il tributo è dovuto da chiunque possieda o detenga a qualsiasi titolo locali od aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti. L’obbligazione tariffaria decorre dal giorno in cui ha avuto inizio l’occupazione o la detenzione dei locali ed aree e sussiste sino al giorno in cui ne è cessata l’utilizzazione, purché debitamente e tempestivamente dichiarata.

I soggetti passivi del tributo presentano la dichiarazione relativa alla Tari (dichiarazione Tari domestica -  dichiarazione Tari non domestica) entro il 20 gennaio dell’anno successivo alla data di inizio del possesso o della detenzione dei locali e delle aree assoggettabili al tributo e comunque non oltre il 30 giugno dell'anno successivo. La dichiarazione, redatta su modello messo a disposizione dal Comune, ha effetto anche per gli anni successivi sempreché non si verifichino modificazioni dei dati dichiarati da cui consegua un diverso ammontare del tributo; in tal caso, occorre presentare una nuova dichiarazione nei termini suddetti.

Si ricorda che in caso di omessa dichiarazione TARI 2019 entro il termine del 30/06/2020, è possibile utilizzare il ravvedimento operoso presentando una dichiarazione tardiva entro il 31/07/2020 con sanzione ridotta del 5% del tributo dovuto oltre interessi legali. Da 01/08/2020 al 29/09/2020, la sanzione si applicherà nella misura ridotta del 10%.

Nei casi di dichiarazione infedele, sarà possibile ravvedersi presentando una dichiarazione rettificativa entro 90 giorni e quindi entro il 29/09/2020 con sanzione ridotta del 5,56% oltre interessi legali oppure entro il termine della dichiarazione relativa all’anno successivo a quello in cui si è verificata la violazione e quindi entro il 30 giugno 2021 con sanzione ridotta del 6,25% da applicare al maggior tributo scaturito dalla rettifica oltre agli interessi legali.

Si ricorda che le agevolazioni e le riduzioni sono disciplinate dal Regolamento Comunale. Non sono applicate d’ufficio ma DEVONO essere richieste nei tempi e con le modalità previste dal Regolamento comunale vigente in materia.  In particolare le riduzioni ed esenzioni con ISEE devono essere richieste, utilizzando i modelli predisposti dall’ufficio comunale, entro il 30 novembre dell’anno precedente quello per il quale si richiede il beneficio.  A titolo esemplificativo, per l’anno di imposta 2020, la richiesta dovrà essere presentata, a pena di decadenza, entro e non oltre il 30 novembre 2019.

Per le utenze domestiche sono previste le seguenti riduzioni e agevolazioni:

  • abitazioni e relative pertinenze, così come definite dall’art. 817 del Codice Civile, tenute a disposizione per uso stagionale o altro uso limitato e discontinuo, non superiore a 183 giorni nell’anno solare: riduzione del 20%;
  • abitazioni e relative pertinenze occupate da soggetti che risiedano o abbiano la dimora, per più di sei mesi all’anno, all’estero: riduzione del 20%;
  • fabbricati rurali ad uso abitativo (la visura catastale deve riportare apposita annotazione per l’identificazione degli stessi): riduzione del 20%;
  • utenze domestiche che abbiano avviato il compostaggio dei propri scarti organici ai fini dell’utilizzo in sito del materiale prodotto: riduzione del 10%;
  • Esenzione dalla tassa per i cittadini residenti nel Comune nei casi in cui si verifichino, congiuntamente, le seguenti condizioni:
  1. i componenti il nucleo familiare e gli eventuali altri occupanti l’unità abitativa non possiedono a titolo di proprietà o di altro diritto reale, su tutto il territorio nazionale, anche in quota parte, alcuna unità immobiliare iscritta al catasto fabbricati;
  2. i componenti il nucleo familiare e gli eventuali altri occupanti non possiedono a titolo di proprietà o di altro diritto reale, su tutto il territorio nazionale, anche in quota parte, terreni a vocazione edificatoria;
  3. i componenti il nucleo familiare e gli eventuali altri occupanti non possiedono a titolo di proprietà o di altro diritto reale, su tutto il territorio nazionale, anche in quota parte, terreni agricoli condotti in forma imprenditoriale (art. 2.135 C.C);
  4. che il nucleo familiare e gli eventuali altri occupanti si trovi in una situazione di disagio economico-sociale tale che l’indicatore I.S.E.E. non sia superiore ad €4.000,00.
  • Riduzione della tassa (quota fissa e quota variabile) in misura del 40% ai cittadini residenti nel Comune nei casi in cui si verifichino, congiuntamente, le seguenti condizioni:
  1. i componenti il nucleo familiare e gli eventuali altri occupanti non possiedono a titolo di proprietà o di altro diritto reale, su tutto il territorio nazionale, anche in quota parte, altro fabbricato ad eccezione dell’abitazione principale, classificata o classificabile al catasto nelle categorie A/2, A/3, A/4, A/5, o A/6, e delle relative pertinenze;
  2. i componenti il nucleo familiare e gli eventuali altri occupanti non possiedono a titolo di proprietà o di altro diritto reale, su tutto il territorio nazionale, anche in quota parte, terreni a vocazione edificatoria;
  3. i componenti il nucleo familiare e gli eventuali altri occupanti non possiedono a titolo di proprietà o di altro diritto reale, su tutto il territorio nazionale, anche in quota parte, terreni agricoli condotti in forma imprenditoriale (art. 2.135 C.C);
  4. che l’indicatore I.S.E.E. del nucleo familiare non sia superiore ad € 5.000,00;
  • Riduzione della tassa (quota fissa e quota variabile) in misura del 60% ai cittadini residenti nel Comune nei casi in cui si verifichino, congiuntamente, le seguenti condizioni:
  1. il componente il nucleo familiare è persona ultrasettantenne, unico occupante o anche assistito da collaboratore domestico, non possiede a titolo di proprietà o di altro diritto reale, su tutto il territorio nazionale, anche in quota parte, altro fabbricato ad eccezione dell’abitazione principale, classificata o classificabile al catasto nelle categorie A/2, A/3, A/4, A/5, o A/6, e delle relative pertinenze;
  2. il componente il nucleo familiare non possiede a titolo di proprietà o di altro diritto reale, su tutto il territorio nazionale, anche in quota parte, terreni a vocazione edificatoria;
  3. il componente il nucleo familiare non possiede a titolo di proprietà o di altro diritto reale, su tutto il territorio nazionale, anche in quota parte, terreni agricoli condotti in forma imprenditoriale (art. 2.135 C.C);
  4. che l’indicatore I.S.E.E. del nucleo familiare non sia superiore ad € 5.000,00;
  • Riduzione della tassa nella quota fissa e nella quota variabile in misura del 15% ai cittadini residenti nel Comune con indicatore I.S.E.E. del nucleo familiare non superiore ad € 7.500,00.

 

Per le utenze non domestiche sono previste le seguenti riduzioni:

PER IL SOLO ANNO 2020 CLICCA QUI PER AGEVOLAZIONI TARI DELIBERA ARERA 158/2020

  • Ai locali ed aree adibiti ad uso stagionale o ad altro uso non continuativo, ma ricorrente, purché non superiore a 183 giorni nell’anno solare, è prevista una riduzione tariffaria del 30%. Tali condizioni devono risultare da licenza o atto assentivo rilasciato dai competenti organi per l’esercizio dell’attività;
  • La tariffa si applica in misura ridotta, nella parte fissa e nella parte variabile: del 10% alle strutture ricettive con apertura annuale non superiore a 246 giorni nell’anno solare; del 15% alle strutture ricettive con apertura annuale non superiore a 215 giorni nell’anno solare.
    Tali riduzioni si applicano anche ai pubblici esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, ai pubblici esercizi di preparazione e somministrazione di alimenti e bevande e ai locali di pubblico spettacolo, escluse le chiusure infrasettimanali;
  • Ai produttori di rifiuti assimilati che dimostrino di aver avviato al riciclo, direttamente o tramite soggetti autorizzati, flussi di rifiuti generati dalla propria attività sono concesse riduzioni della quota variabile della TARI, proporzionali alla quantità di rifiuti speciali assimilati per le quali il produttore dimostri, mediante specifica documentazione, il conferimento di detti rifiuti presso impianti autorizzati;
  • Alle utenze non domestiche che abbiano avviato il compostaggio aerobico individuale per residui costituiti da sostanze naturali prodotte nell’ambito delle attività agricole e vivaistiche, si applica una riduzione del 5%, previa presentazione entro il 31 dicembre dell’anno precedente di apposita istanza, attestante di aver attivato il compostaggio in modo continuativo nell’anno di riferimento. Il suo riconoscimento opera a condizione che l’ufficio Ambiente del Comune, verificata la corretta attivazione del compostaggio, lo comunichi formalmente all’Ufficio Tributi;
  • Sono concesse agevolazioni in caso di svolgimento di lavori per la realizzazione di opere pubbliche che si protraggono per oltre 6 mesi, in considerazione dei disagi derivati alle attività produttive operanti nella zona.

 

Con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 93 del 29/07/2020 è stato approvato il Regolamento della tassa sui rifiuti (TARI).
Le tariffe per l'anno 2020 deliberate con provvedimento del Consiglio Comunale n. 94 del 29/07/2020, sono state confermate nella stessa misura prevista per l'anno 2019.

Con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 43 del 25/05/2020 è stato approvato il regolamento comunale delle entrate tributarie.

 

Ufficio Competente: 

Ufficio tributi

Dove rivolgersi: 

Ufficio tributi – TARI Viale Verdi, 46

 

 

 Scarica la modulistica

 

NB: Per i VERSAMENTI DALL'ESTERO si vedano le specifiche istruzioni .

 

TASSA RIFIUTI ANNI PRECEDENTI

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (117 valutazioni)